Una guida fiorentina, maestra di vita altrui

Una guida fiorentina, maestra di vita altrui

Abbiamo ricevuto da una guida di Firenze, Elena P., un commento che ci ha fatto sorridere, in quanto codesto soggetto rientra nella classica categoria di quelli che si sentono assurti su un piedistallo dell’insegnamento al prossimo, in modo petulante, ma anche offensivo dell’altrui dignità. Queste persone onniscienti valutano, da un solo articolo, una intera qualità dei contenuti pubblicati in un magazine disconoscendo, peraltro, delle fonti, ove, veniamo a sapere, tale guida ha collaborato. Ma non solo. Giudicare il lavoro di comunicazione a 360 gradi, pensate, dai like di una pagina che, a differenza di altre tutti sappiamo acquistati (i like) per far vedere a utenti e sponsor di avere una audience notevole. Probabilmente queste persone non conoscono come viene svolto un lavoro professionale  di comunicazione che, ovviamente, non è soltanto su un social, ma con l’utilizzo di numerosi strumenti. Ovviamente c’è modo e modo nel confrontarsi con i nostri interlocutori, certo non denigrandoli il lavoro che svolgono, fare i maestri di cattedra e men che meno, ridicoli, presumere di avere la scienza infusa. D’altronde tutti sappiamo che, la conoscenza, si condivide con gentilezza. Altrimenti come dicono a Firenze:”Fate festa” e cambiate mestiere.

________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.