Archivio di Stato Firenze: Commende e priorati dei Cavalieri di Malta

logo SMOML’archivio dell’Ordine Gerosolimitano di Malta fu versato all’Archivio del Demanio del Dipartimento dell’Arno in seguito al Decreto del 19 Luglio del 1808 che ne ordinava la soppressione. Testimonianza del versamenti e della consegna di parte di questa documentazione è contenuta nel verbale redatto, tra il febbraio ed il marzo del 1809, dal Commissario delegato alla soppressione; la consegna della documentazione all’Archivio della Prefettura dell’Arno proseguì sino al 1810. Nel 1812 alcune unità furono versate dal Commissario degli archivi delle corporazioni religiose soppresse al fondo “Diplomatico”. Dagli indici compilati da Reginaldo Tanzini, al momento della istituzione dell’Archivio delle Corporazioni Religiose Soppresse, la consistenza del fondo risultava essere di 516 unità tra buste, filze e registri. La consistenza ad oggi, in seguito a poche aggiunte e a qualche perdita, è rimasta tale.

L’archivio contiene documenti vari, i quali si riferiscono al Priorato di San Sepolcro di Pisa ed all’amministrazione delle commende da esso dipendenti; in particolare si conserva documentazione relativa a numerose commende come quelle di San Sepolcro di Firenze, San Giovanni Battista di Diacceto, San Jacopo di Arezzo, San Sebastiano in Val d’Elsa ed altri. L’archivio contiene alcune scritture relative a commende estere, dipendenti da altri Priorati e alcuni nuclei relativi a priorati esteri,, fra i quali Castello Araldo, San Lorenzo di Racconigi, San Giovanni e San Nazzaro di Piemonte, Santo Stefano di Reggio, ecc.

Fonte: Archivio di Stato di Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.