Le buche pontaie, come dice il nome stesso, venivano usate per conficcare i pali dei “ponti” (cioè delle impalcature) usati per completare le costruzioni particolarmente alte. Per realizzarle bastava semplicemente sostituire ad alcune pietre le estremità di travi in legno, che finivano così murate nell’insieme e solo in un secondoContinua a leggere ->

Brunelleschi stesso realizzò lo Spedale degli Innocenti, primo edificio realizzato in base ai dettami dell’architettura classica, la Cappella Brabadori in Santa Felicita, il Palagio di Parte Guelfa, la ristrutturazione della Chiesa di San Lorenzo, con la realizzazione della Sagrestia Vecchia, la Cappella de’ Pazzi in Santa Croce, la Rotonda degliContinua a leggere ->

Nel 1847 la Toscana è completamente unificata con l’entrata del Ducato di Lucca nel Granducato di Toscana a non molti anni dall’Unificazione col Regno d’Italia. Nei giorni 11-12 marzo 1860 fu celebrato un plebiscito, che confermò l’unione della Toscana alla monarchia costituzionale di Vittorio Emanuele II. I risultati del votoContinua a leggere ->

La famiglia Medici continuò a regnare sopra la Toscana ininterrottamente fino al 1737. L’ultimo granduca della famiglia fu Gian Gastone de’ Medici che non ebbe eredi, mentre l’ultima della famiglia, Anna Maria Luisa, elettrice Palatina, si occupò del Granducato dalla morte del fratello e riuscì grazie alla sua lungimiranza aContinua a leggere ->

Il monastero di San Giovanni Evangelista di Boldrone si trovava in via di Boldrone a Firenze, in zona Quarto. Doveva il proprio nome all’eremita francese Boldrone che nel XIII secolo, transitamdo in queste zone, fondò un eremo, che passò poi ai Camaldolesi. Questo eremo venne collegato da un passaggio sospesoContinua a leggere ->

Pagina 5 di 21« First...34567...1020...Last »