Bagno a Ripoli più sicura, installazione di 20 telecamere

Bagno a Ripoli più sicura, installazione di 20 telecamere

Il Comune di Bagno a Ripoli installerà nel 2017 venti nuove telecamere, un investimento in sicurezza e controllo del territorio che rientra tradizionalmente nei programmi dell’amministrazione comunale e che è particolarmente caro ai cittadini. Le venti telecamere, che si aggiungono alle dieci già esistenti, arriveranno in tre fasi distinte. Due sono già in fase di installazione proprio in questi giorni e saranno in funzione da gennaio: una alla rotonda di Campigliano e una in via Spartaco Lavagnini, ad Antella.

Altre sei, finanziate dal bando regionale sulla videosorveglianza, saranno montate in altrettanti luoghi sensibili, scelti in base alla maggiore necessità insieme a polizia municipale, protezione civile e carabinieri.

Dodici giungeranno grazie al bando periferie, il cui finanziamento, oltre che implementare eccezionalmente il sistema, ci consentirà pure di sviluppare l’integrazione della rete dati delle postazioni di controllo e la gestione dati nella sala operativa della polizia municipale, a Ponte a Niccheri.

“Un monitoraggio puntuale del territorio, oltre a generare sicurezza nella popolazione in modo quasi istintivo e automatico, ha soprattutto una duplice funzione operativa – ha dichiarato il sindaco Francesco Casini -: permette di disporre di una documentazione indispensabile in caso di incidenti, furti o episodi di teppismo, ed è un ottimo fattore deterrente verso ladri, scippatori, malavitosi e, in genere, delinquenti, intorno ai quali stiamo facendo sempre di più terra bruciata, togliendo loro spazio e libertà di azione. Gli onesti cittadini non hanno niente da nascondere e, con un ‘pacchetto videosorveglianza’ come quello che stiamo varando, hanno al contrario davvero tanto, tanto da guadagnare”.

Ufficio Stampa Comune di Bagno a Ripoli

Lascia un commento