Balì cavalieri di gran croce

Parliamo adesso della figura inerente al BALI’, sempre in riferimento ad un Ordine Equestre. Prendiamo come spunto il Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. Leggiamo nel loro sito web:

Il numero dei Bali’ Cavalieri di Gran Croce di Giustizia non puo’ essere superiore a cinquanta, in memoria dei personaggi prescelti dall’Imperatore Costantino per la Custodia del Labaro; ciascuno di essi ha il trattamento di Eccellenza e di Don.

I Reali Principi di Borbone delle Due Sicilie, i Sovrani, i Principi di altre Case Reali e gli eminentissimi Cardinali di Santa Romana Chiesa, non sono compresi nel numero dei cinquanta Bali’ Cavalieri di Gran Croce di Giustizia.

Il numero dei Cavalieri di Gran Croce di Giustizia e di Gran Croce con Placca d’Oro e’ limitato a venticinque per ogni Categoria, quello dei Cavalieri di Gran Croce di Grazia e di Merito e’ limitato a cinquanta per ogni Categoria.

E’ invece illimitato il numero dei Cavalieri degli altri Gradi e quello delle Dame.

Il Perpetuo Supremo Reggitore e Prima Dignita’ dell’Ordine e’ il Gran Maestro, con tutti quei diritti tradizionali che si rilevano dalle Speciali Concessioni e dalle Bolle dei Romani Pontefici.

Il Gran Maestro puo’ emanare nuove Leggi e Statuti e, incontrandovi difficolta’, interpretarle; puo’ similmente abrogare le vecchie Leggi, quando e come lo giudichera’ opportuno.

La dignita’ di Gran Maestro, riservata alla Reale Famiglia di Borbone delle Due Sicilie, erede della Serenissima Casa Farnese, e’ legata alla qualita’ di Capo della Reale Casa di Borbone delle Due Sicilie.

In mancanza di eredi maschi nella Reale Famiglia di Borbone delle Due Sicilie, la successione stessa ha luogo per designazione testamentaria del Gran Maestro; ove questo manchi, tutti i Bali’ Cavalieri di Gran Croce, in virtu’ degli Statuti Farnesiani approvati dalla Santa Sede, si riuniranno per eleggere fra loro stessi il nuovo Gran Maestro.

Lo STATUTO di questo Ordine Cattolico è documentabile on line: http://www.smoctoscana.it/STATUTI.html

Shortlink:

CONDIVIDI NEI SOCIAL NET

Bookmark and Share
Posted by on 10 dicembre 2016. Filed under ARCHIVIO, CULTURA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login