Castello dell’Ordine teutonico a Malbork

Castello dell’Ordine teutonico a Malbork

Castello di Malbork Polonia
Castello di Malbork Polonia

Il Castello di Malbork (in tedesco: Ordensburg Marienburg) venne costruito dall’Ordine Teutonico come un Ordensburg, cui venne dato il nome di Marienburg (letteralmente “Castello di Maria”, la patrona dell’ordine).[1] La città che vi crebbe attorno assunse lo stesso nome, oggi divenuta Malbork e appartenente alla Polonia.
Costruito per ordine di Siegfried von Feuchtwangen,[2] il Castello di Malbork è situato sulla sponda sudorientale del fiume Nogat e quindi accessibile alle navi mercantili e alle chiatte.[1] Esso era inizialmente un convento,[2] poi trasformato in un castello a tutti gli effetti.
Il Castello di Malbork è costituito da tre parti: il Castello Alto, cioè l’ex convento; il Castello Medio, con le abitazioni degli inservienti e alcuni servizi; il Castello Basso, nel quale vi era il Karwan, uno spaccio di armi militari di ogni genere.[2] Durante la Guerra dei Tredici Anni molte stanze del castello si riempirono di armi varie da utilizzare contro un’eventuale invasione.[3] Il castello ritrovò tuttavia le sue funzioni originali con la dominazione polacca.[4]
Il castello, che al proprio interno ospita anche un museo,[5] è un classico esempio di fortezza medievale; è il più grande castello del mondo costruito in mattoni e uno dei più imponenti dell’Europa.[1][6] Il castello e il suo museo fanno parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO sin dal dicembre 1997.[7]

Il Castello di Malbork è diviso in tre parti, quella bassa, quella media e quella alta. In quella alta sorgeva l’imponente palazzo del proprietario, costruito su quattro piani, che spettava al Grande Maestro dell’Ordine Teutonico che conquistava il castello. Il suo cortile interno è circondato da un porticato gotico con volte triangolari.[16] La Porta d’Oro, costruita nel XIII secolo, è preceduta da un portico. La rosetta nella chiave di volta è scolpita con un’immagine di Gesù Cristo.[16]

Il Castello Medio ha subito, nel tempo, molte modifiche. Il refettorio, con una doppia fila di finestre e volte a stella tardogotiche sostenute da una colonna di granito al centro, è la stanza più grande del castello. È divisa in due parti: una invernale e una estiva.[16] Nel corso della dominazione prussiana il refettorio è diventato un’arena dedicata alle corse equestri.[10] Nella parte media del castello erano inoltre presenti le abitazioni dei soldati e del personale del castello. Qui era inoltre presente la Chiesa di Santa Maria, dietro la quale è stata successivamente creata la Cappella di Sant’Anna, nella quale sono conservate le tombe nelle quali sono conservati i resti dei Grandi Maestri.[17]

Il Castello Basso, costruito qualche decennio dopo la costruzione delle prime due parti del castello a causa dello spazio a disposizione nel castello insufficiente, ha ospitato le abitazioni dei soldati, il Karwan, spaccio di armi di vario genere, un granaio e un deposito di armi.[2] Gli edifici, oggi parzialmente ristrutturati, ospitano un albergo.[17]

Le tre sezioni nelle quali è separato il Castello di Malbork sono separate da fossati asciutti e da torri. Il castello è arrivato ad ospitare, nel tardo Medioevo, più di 3 000 persone, in uno spazio racchiuso tra le mura di 210 000 m², più del quadruplo del Castello di Windsor.[1]

FONTE: WIKIPEDIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.