Doveri del Giornalista, Rettifica e replica

Il giornalista rispetta il diritto inviolabile del cittadino alla rettifica delle notizie inesatte o ritenute ingiustamente lesive.
Rettifica quindi con tempestività e appropriato rilievo, anche in assenza di specifica richiesta, le informazioni che dopo la loro diffusione si siano rivelate inesatte o errate, soprattutto quando l’errore possa ledere o danneggiare singole persone, enti, categorie, associazioni o comunità.
Il giornalista non deve dare notizia di accuse che possano danneggiare la reputazione e la dignità di una persona senza garantire opportunità di replica all’accusato. Nel caso in cui ciò sia impossibile (perché il diretto interessato risulta irreperibile o non intende replicare), ne informa il pubblico. In ogni caso prima di pubblicare la notizia di un avviso di garanzia deve attivarsi per controllare se sia a conoscenza dell’interessato.

Nota
La ns redazione è venuta a conoscenza di un fatto. Si tratta di un articolo di cronaca avvenuto nel Piemonte, ove ci sono varie opinioni dell’articolista. Un lettore, ritenutosi diffamato in quell’articolo, ha chiesto all’autore (compreso l’editore ed il direttore della testata), nel fare rettifica ad iniziare dal titolo. Il direttore ha eseguito la rettifica, però in modo parziale, motivando il suo comportamento. Il lettore ha replicato inviando corposa documentazione al direttore affinché l’articolo venisse scritto in modo ben diverso, ma l’articolo, salvo notizie dell’ultim’ora, non ha avuto ulteriori modifiche.

La domanda che porgiamo ai rispettivi colleghi è la seguente:”La rettifica deve essere parziale, anche se giustificata, oppure totale?”. A chi legge ogni commento personale.

Carta dei Doveri del Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.