Emmegi Press, comunicazione di servizio ai rispettivi utenti, partner, sponsor

L’agenzia di stampa Emmegi comunica, a coloro indicati nell’oggetto del presente comunicato, per dovere di cronaca, che la Sig.ra Patrizia Fallani non è più una nostra collaboratrice; pertanto chiunque ha dei suoi riferimenti esclusivamente per del lavoro professionale, è cortesemente invitato nel cancellare ogni e qualsiasi riferimento a tale persona.
La Sig.ra Fallani, cessando il rapporto di collaborazione con Emmegi Press, non è autorizzata a spedire a chicchessia alcuna mail né divulgare o diffondere notizie e dati ricevuti durante la collaborazione con Emmegi Press.

Chiunque ha avuto contatti con la Sig.ra Fallani è cortesemente invitato nel prendere contatto direttamente con l’ufficio preposto della Emmegi Press, all’indirizzo mail: redazione@reporterspress.it .

Grazie della gentile attenzione.

Lo Staff

Shortlink:

CONDIVIDI NEI SOCIAL NET

Bookmark and Share
Posted by on 21 novembre 2017. Filed under ARCHIVIO, ATTUALITA', MEDIA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

7 Responses to Emmegi Press, comunicazione di servizio ai rispettivi utenti, partner, sponsor

  1. @Rossella e altri, non è una giornalista. Si occupava della parte commerciale. Non posso scrivere altro perché c’è di mezzo l’avvocato di EMMEGI!

  2. Lavorare con EMMEGI è stato un trampolino di lancio nel mondo professionale giornalistico.

  3. Chi non se la sente di intraprendere un cammino di questo tipo con Emmegi Press, non inizi neanche. Grazie!

  4. Decidere al posto del direttore senza metterlo a conoscenza? Se è questa la causa, è un classico di quei giovani che ho conosciuto del “presto e bene…”.

  5. Concordo con @Manuela: chi non è portato a fare il giornalista, si dedichi ad altro! Non ostacoli la EMMEGI nel suo lavoro professionale.

  6. La coordinazione è importante fra i colleghi giornalisti, ad iniziare dal seguire le indicazioni del CdR !

  7. Avete fatto bene a pubblicarlo. Non si sa quanti e chi. In questo modo si evita.

You must be logged in to post a comment Login