Facebook, il gruppo Sei di Coverciano se ritorna alla ribalta: Admin banna giornalista

La cronaca dei fatti inizia per una discussione su un argomento X, sul quale ognuno risponde Y; c’è però chi usa la tastiera del telefono o del tablet o smartphone senza usare il cervello, ed ecco che si hanno risposte a bischero, a volte anche fuori del seminato, quasi sempre offensive, ma tanto c’è la Costituzione Italiana che proteggerebbe codesti soggetti dal avere una opinione rispondendo, al malcapitato di turno, come gli pare.

Se poi il tal malcapitato ricorda che esiste la legge della privacy, il codice penale, la diffamazione a mezzo stampa, ecco arrivare un solerte amministratore, il quale, invece di sapere che deve, ripetiamo ( D E V E ) usare la posta privata e informare il membro X o Y del suo comportamento, sbertuccia pubblicamente il malcapitato.

Quando il malcapitato sottolinea che il comportamento all’Admin, non è corretto, che esiste una reputazione, ci si attenderebbe delle scuse, invece si deride dando del moralista al malcapitato!

Il gruppo non è nuovo a situazioni particolarmente polemiche, come quella dei ROM, ove diversa stampa pubblicò vari commenti di vari membri che erano a sfondo razzista.

Cosa aggiungere altro ? La nostra opinione sui fatti sopra pubblicati: Caro ADMIN baloccati con il gruppo Sei di Coverciano Se…tieni a mente una cosa semplice, con il tuo comportamento blocchi la possibilità di fare informazione come faceva quel giornalista che, forse a te e altri frega un piffero, comunque tu non puoi decidere per 5000 persone!!!

Nè alcuni di loro si possono permettere di scrivere minchiate su chi non conoscono o per sentito dire, come quel tal tappezziere di quella zona che scrisse una caterva di falsità od una erborista che manco sa chi è lei stessa.

Campate perché siete qui, in questa regione, aiutandovi l’un l’altro perchè ben sapete che non valete un caxxo, affamando poi i malcapitati di turno che rimangono in questa meravigliosa terra, ma non siete degni di abitarla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.