Firenze, Caserma Baldissera: Bandiera in una stanza; è davvero neonazista?

Un giovane cronista fiorentino ha fotografato una bandiera all’interno di una camera, attraverso una finestra, che risulta essere presso la Caserma Baldissera di Firenze, sede del Comando Legione Carabinieri Toscana e del Sesto Battaglione dell’Arma. Noi, come al solito, abbiamo cercato di capire, scoprendo che…

La bandiera vista attraverso la finestra è stata utilizzata dall’Impero Germanico dal 1867 al 1921. Era la Bandiera della guerra!

Durante la Germania Nazista, cioè dal 1933 al 1945 furono usate 18 bandiere differenti, e fra queste non c’è quella fotografata nella caserma dei Carabinieri (Fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_German_flags). (https://it.wikipedia.org/wiki/Bandiere_della_Germania_nazista)

Sempre su Wikipedia si può vedere che la bandiera nazista era questa: https://en.wikipedia.org/wiki/Flag_of_Germany#Nazi_Germany

Ma andiamo avanti. Nella bandiera scattata dal cronista fiorentino si vede una croce. Essa fu utilizzata al tempo dei Crociati Teutonici, poi la Croce Nera ( Schwarzes Kreuz ) si modificò e l’emblema venne usato dall’esercito prussiano e dall’esercito tedesco dal 1871 ad oggi.

La nuova croce nera (ex Cavalieri Teutonici) fu progettata in occasione della Campagna tedesca del 1813 , quando Federico Guglielmo III commissionò la Croce di Ferro come la prima decorazione militare aperta a tutti i ranghi, compresi gli arruolati.

Qualche quotidiano ha scritto che tale bandiera è utilizzata da gruppi neonazisti antisemiti; siamo andati a cercare riscontrando un pò di tutto, dalla svastica alla croce celtica.

Più di un giornalista toscano ha commentato nei vari social net quanto accaduto, ove c’è chi comunque sottolineava il fatto che il Carabiniere non poteva affiggere al muro alcun vessillo in quanto le mura sono dello Stato Italiano, chi ha sottolineato che tale vessillo come altri dovrebbero essere bruciati, chi vorrebbe cancellare la storia, le immagini, le foto, la musica di quel tempo, ecc.

In qualsiasi caso l’utilizzo di vessilli che riportano alla memoria fatti drammatici di un capitolo storico doloroso, non è certo da lodare. Men che meno si può accettare che alcuni giornalisti vorrebbero abbuiare una parte di storia, in quanto allora dovremmo equiparare la medesima situazione per tutto ciò che è violenza, soppruso, xenofobia, razzismo, intolleranza, ecc. in pratica si dovrebbe cancellare una gran bella parte di mondo.

Oltre a quanto sopra, chiediamo ? Fotografare una stanza dentro una caserma militare è un reato di violazione della privacy ? E’ equiparato a spionaggio, quindi da codice militare? C’è l’arresto ? Chiediamo per semplice informazione, non cercate la polemica…per poi innescare commenti e dibattiti lontani dalle domande che noi poniamo, offendereste la vostra intelligenza.

 

NOTE VARIE
L’Ordine Teutonico o, nella sua definizione completa, Ordine dei Fratelli della Casa Ospitaliera di Santa Maria dei Teutonici in Gerusalemme (in latino Ordo Fratrum Domus Hospitalis Sanctae Mariae Teutonicorum in Jerusalem o Ordo teutonicus; in tedesco Orden der Brüder vom Deutschen Haus St. Mariens in Jerusalem o Deutscher Orden; sigla O.T.) è un antico ordine monastico-militare e ospedaliero sorto in Terrasanta all’epoca della terza crociata (insieme a quelli gerosolimitano e del Tempio) ad opera di alcuni tedeschi (di Brema e Lubecca) per assistere i pellegrini provenienti dalla Germania. (Fonte: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Ordine_teutonico).

Il sito web dell’Ordine dei Cavalieri Teutonici, http://www.deutscher-orden.at/

Un pò di storia: http://www.traditio.it/SACRUM%20IMP/2014/giugno/28/1/Autoaffondamento.html

 

Shortlink:

CONDIVIDI NEI SOCIAL NET

Bookmark and Share
Posted by on 4 dicembre 2017. Filed under ARCHIVIO, CRONACA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login