[Firenze] Il Sasso di Dante

In basso alla facciata di una casa posta fra piazza delle Pallottole e via dello Studio, si trova, tra due negozi, una lapide ottocentesca con la scritta “Sasso di Dante” posta a ricordo del luogo dove l’Alighieri, prima dell’esilio, soleva sedersi su un grande masso ad osservare i lavori di costruzione della Cattedrale.

È ancora oggi ben nota ai fiorentini una leggenda sulla memoria del sommo poeta: un giorno mentre era seduto ed assorto nei propri pensieri sul solito sasso, passasse di lì un suo conoscente che gli chiese a bruciapelo: “Oh Dante, qual è il cibo che più ti piace?”; telegrafica fu la risposta: “l’ovo”. Trascorse molto tempo, un anno o forse più, quando lo stesso tizio ripassò di lì e ritrovando il poeta a frescheggiare, sicuro di coglierlo alla sprovvista gli disse: “con che cosa?” e Dante senza scomporsi: “col sale”.

FONTE: WIKIPEDIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.