Firenze, minori vittime di violenza: attivo primo appartamento protetto per straniere non accompagnate

Il progetto crea il primo percorso finalizzato alla presa in carico, all’accoglienza e all’inclusione sociale delle ragazze: si tratta di un appartamento-rifugio ove ganno preso alloggio attualmente sei minori straniere non accompagnate, vittime di sfruttamento e abusi sessuali, tratta e prostituzione. Al loro fianco 24 ore su 24 operatori specializzati. L’appartamento protetto, è ovviamente a indirizzo segreto per motivi di sicurezza.
Il progetto è finanziato dall’Unione europea attraverso il Fondo asilo, migrazione e integrazione per un importo poco superiore a 270 mila euro.

Durante la durata del progetto, pari a 22 mesi, le ragazze sono seguite da etnopsicologi, psichiatri, operatori legali, tutor, esperti della formazione, della socializzazione e dell’inclusione sulla base di progetti personalizzati e adeguati per ogni singolo caso di assistenza.

Roberta Galdi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.