[Firenze] Palazzo Vecchio, La sala di Clemente VII

La sala fa parte del ciclo di celebrazione e trionfo degli esponenti principali di casa Medici, voluta da Cosimo I de’ Medici, ed è dedicata a papa Clemente VII, il secondo papa mediceo dopo Leone X. La sala venne decorata dal 1556 al 1562 con la supervisione di Giorgio Vasari, che dipinse parte delle scene con Giovanni Stradano e altri aiuti. La sala fu usata dal sindaco di Firenze sin dall’epoca di Ubaldino Peruzzi, ed è stata usata fino a pochi anni fa prima di venire riaperta al percorso museale. L’arredamento è comunque sempre quello dell’ufficio del Sindaco e viene tuttora usata in occasioni di incontri di alta rappresentanza.

Il ciclo di pitture celebra Clemente VII nel tessuto diplomatico dell’epoca, tra Carlo V d’Asburgo e Francesco I di Francia, assieme ad altri personaggi coevi della casata medicea quali il duca Alessandro de’ Medici e il cardinale Ippolito de’ Medici.

Le pareti sono state decorate da affreschi con vari episodi bellici del periodo di Clemente VII, tutti legati alla presa di Firenze nel 1529-1530 da parte delle truppe pontificie e imperiali, culminata con il celebre assedio.

Tra questi affreschi spicca proprio quello dell’Assedio di Firenze, di Giovanni Stradano, nel quale sono riconoscibili molti monumenti cittadini. Le truppe imperiali sono riconoscibili dai vessilli gialli e si notano attorno alla città gli edifici dove alloggiavano i capitani degli eserciti nemici e gli accampamenti dei soldati con tende e botteghe.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.