Firenze, patologie oncologiche: primo sportello sindacale Cgil

salute_health

L’idea del servizio nasce da Silvia, sindacalista incorsa in una patologia oncologica: “Ci sono diritti esigibili da far conoscere: rimborsi, permessi, part time agevolati, possibilità di telelavoro, persino sconti per i mezzi di trasporto pubblici”. Le patologie oncologiche colpiscono le persone anche durante la propria vita lavorativa: e la possibilità di conciliare cura, vita e lavoro è fondamentale anche per la buona riuscita delle terapie.

Ed è per rispondere a questa esigenza che nasce a Firenze, per iniziativa della Cgil, lo sportello “Oplà” (acronimo di “orientamento, previdenza, lavoro e assistenza”, ma anche la parola pronunciata quando l’ostacolo è superato, magari con un salto): si tratta del primo sportello sindacale che vuole dare assistenza su lavoro e previdenza a chi incorre in patologie oncologiche.

.^.

LA STORIA DI SILVIA

Silvia Cecchi è incorsa in una patologia oncologica: “Ho pensato che sarebbe stato di grande aiuto creare un luogo dove riunire le competenze – patronato, consulenza del lavoro, accoglienza, assistenza sanitaria integrativa – che aiutano i soggetti con patologie oncologiche a riconciliare la propria esperienza di malattia con il lavoro, che poi è una delle forme di cura e di ritorno alla normalità”, racconta. Le volontarie che si alterneranno allo sportello sono state appositamente formate. L’apertura dello sportello è settimanale, il venerdì, dalle 15 alle 18 (tel. 055 2700417 – 347 3369959).

Ufficio Stampa Cgil Toscana e Firenze

One Reply to “Firenze, patologie oncologiche: primo sportello sindacale Cgil”

  1. Ottimo ‘unione fa la forza Uno sportello per le donne che affrontano con dolore e coraggio eventi che da sole non si possono affrontare e sostenere

Lascia un commento