[Firenze] Santa Maria Nuova, Le vasche di Leonardo da Vinci tra leggenda e realtà

Lo scrittore Ken Follett realizzò Nel 2012 un documentario concepito come una serie televisiva, dal titolo Ken Follett’s Journey into the Dark Ages ove, in un episodio, è protagonista Leonardo da Vinci, che s’immaginava avesse dissezionati i cadaveri per i suoi studi anatomici nelle grandi vasche d’arenaria, presenti negli ambienti adiacenti la cripta della chiesa dell’ospedale Santa Maria Nuova a Firenze. Realtà ? Leggenda ?

Gli archivi dell’ospedale (fondato nel 1288 da Folco Portinari), tacciono in merito alla data di acquisizione e alla funzione svolta dalle vasche.

Le vasche soni in arenaria scolpita e decorata all’esterno con scanalature verticali, due di esse sono lunghe tre metri e larghe 130 centimetri circa, mentre la terza è lunga quattro metri e larga uno. In facciata, in basso, le vasche presentano dei fori di scolo centrali, mentre altri fori praticati sui bordi lasciano intuire un sistema di chiusura in legno o in ferro.

Le vasche, secondo una indagine di studiosi, sarebbero state utilizzate per lavare dei tessuti e non per dissezionare cadaveri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.