[Firenze & Storia] Scuola di guerra aerea

[Firenze & Storia] Scuola di guerra aerea

firenze_scuola_guerra_aerea_copyright

La scelta di collocare la scuola di Guerra aerea nella città di Firenze maturò nella metà degli anni Trenta e fu dettata da una serie di contingenze: da un lato l’insufficienza della sede accademica di Caserta e dall’altro la decisione del Ministero dell’Aeronautica di spostare la sede di Torino, facile bersaglio dell’aviazione d’oltralpe, a Firenze; proprio per avere un luogo che garantisse una buona mimetizzazione degli impianti fu scelto il parco delle Cascine.

Il lotto prescelto, regalato dal Comune, comprendeva al suo interno l’area del tirassegno e dell’arboreto di selvicoltura. L’architetto Raffaello Fagnoni iniziò il progetto alla fine del 1936. Con una celerità che ancora oggi lascia sbigottiti, nel gennaio 1937 furono redatte le tavole progettuali e realizzato il modello e soltanto tre mesi dopo furono gettate le fondazioni. L’opera fu compiuta in 335 giorni e fu portata a compimento il 20 gennaio 1938. L’inaugurazione ufficiale, presenti le maggiori autorità dello Stato, avvenne il 27 marzo 1938; il 7 febbraio dell’anno successivo ebbe inizio il primo corso.

La Scuola di guerra aerea si trova, attualmente, ma con nome differente, tra il viale dell’Aeronautica e via del Barco a Firenze.

Nata come scuola di aeronautica, oggi ospita la Scuola Militare Aeronautica Giulio Douhet (formazione media-superiore) e l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche (formazione universitaria).

La scuola è opera di Raffaello Fagnoni del 1937-1938 ed è un esempio di architettura razionalista ottimamente conservato, sia negli esterni che negli interni, con gran parte degli arredi originali.

Fonte

Fonte foto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.