La torre dei Mannelli è nota alla storia per non aver fatto passare il Corridoio Vasarianio; si trova in cima al Ponte Vecchio e vi si accede da via de’ Bardi a Firenze. La famiglia riuscì a opporsi fermamente e Giorgio Vasari dovette modificare il suo progetto facendo passare il corridoio attorno alla torre, attraverso un sistema di grossi beccatelli in pietra serena che ancora oggi si possono vedere. La torre venne danneggiata durante la seconda guerra mondiale, ma non in maniera irreparabile e fu restaurata dall’architetto Nello Baroni su incarico della Soprintendenza ai Monumenti (1944-46).

Oggi presenta ancora il caratteristico rivestimento in filaretto di pietra a vista, punteggiato da alcune buche pontaie. Vi si aprono alcune finestre di diverse forme, alcune quadrangolari, altre sormontate da archi. All’ultimo piano si apre una sala panoramica di realizzazione più recente. Questa torre è l’unica superstite dei quattro capi di ponte, cioè le torri che controllavano un ponte ai quattro angoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.