[Firenze] Vulnerabilità opere d’arte: Il David di Michelangelo a rischio?

La scultura di Michelangelo è conservata nella Galleria dell’Accademia da 143 anni. Il trasferimento avvenne infatti nel 1873, in piazza della Signoria fu collocata una copia nel 1910. La scultura risulta da molti anni esposta alle vibrazioni, a causa delle fessurazioni che presenta al livello delle caviglie, quindi una vulnerabilità non di poco conto che compromette la stabilità del David, anche in caso di terremoti meno violenti di eventi già avvenuti in passato nell’area fiorentina. Michelangelo realizzò la statua, ponendo il David leggermente proteso in avanti, quindi con il baricentro avanzato rispetto alla base. Lo stato fessurativo, a livello delle caviglie, potrebbe peggiorare con sollecitazioni telluriche anche di breve intensità, facendo inclinare o ruotare la statua sino alla rottura.

Una possibile soluzione, dicono gli esperti, è quella di inserire una base antisismica che possa attutire le sollecitazioni sismiche.

Fonte locale

Approfondimenti storici su Wikipedia

Lascia un commento