[I percorsi del BST] La Sette Ponti: Reggello

[I percorsi del BST] La Sette Ponti: Reggello

Seguendo la via Cassia si approda sulla Strada provinciale 1 Setteponti, lasciando alle spalle Pontassieve si prosegue attraversando l’area reggellese poco distante dalla Foresta di Vallombrosa. Il territorio reggellese è stato abitato fin dall’antichità. Le prime testimonianze scritte risalgono al X e XI sec. Inizialmente chiamato Castelvecchio di Cascia, Reggello nasce come luogo di mercato tra la via del Casentino e la Cassia vetus (attualmente chiamata strada dei Setteponti). Solo nel 1773 grazie ad un provvedimento legislativo del Granduca Leopoldo si ha la nascita della comunità di Reggello.

Al plebiscito del 1860 per l’annessone della Toscana alla Sardegna i “sì” non ottennero la maggioranza degli aventi diritto (971 su un totale di 2899), con un astensionismo da record, sintomo dell’opposizione all’annessione.

La strada porta fino a Pian di Scò, con la pieve romanica di S. Maria nel centro storico, già citata in un documento del 1008 e, continuando si va verso Castelfranco di Sopra ove merita una sosta alla Badia di San Salvatore a Soffena, edificio religioso costruito nel XIV secolo.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.