[Inchiesta giornalistica] Ordini di Malta nel Mondo (4)

[Inchiesta giornalistica] Ordini di Malta nel Mondo (4)

La croce, spesso utilizzata anche impropriamente, conosciuta in tutto il Mondo come “Croce di Malta” di forma ottagona (ossia costituita da otto punte), ha origine bizantina. Con ogni probabilità questa croce ad otto punte è risalente al VI secolo d.C. e rappresenterebbe le Otto Beatitudini Teologali di San Matteo. A livello simbolico la Croce di Malta rappresenta anche l’Eternità.

La Croce di Malta è anche conosciuta come “Croce di San Giovanni” venne adottata dapprima dalla Repubblica Marinara di Amalfi e probabilmente il primo impiego fu dall’XI secolo. A riprova dell’utilizzazione dall’anno Mille resta conferma da alcuni tarì amalfitani del 1080 sui quali campeggia chiaramente detta croce.

La croce ottagona rappresenta altresì l’eternità, le 8 nazionalità di provenienza dei Cavalieri di San Giovanni, gli 8 principi che dovevano rispettare gli antichi cavalieri: spiritualità, semplicità, umiltà, compassione, giustizia, misericordia, sincerità, sopportazione. Inoltre il significato delle otto punte corrisponde alle virtù della Cavalleria.

La sopra introduzione per parlare, in questa QUARTA PARTE della nostra inchiesta dello SMOM. IL Sovrano Militare Ordine di Malta (appunto SMOM) è un Ordine cavalleresco cattolico di protezione papale.

Quando sorge questo Ordine cattolico di protezione papale ? La storia documentaria scrive che, i pochi Cavalieri rimasti in Italia, nel 1800, i quali avevano scelto la protezione papale, si riunirono sotto la direzione dei Principe Tommasi, il quale si autodenominò loro Gran Maestro, ottenendo poi l’avallo del Papa Pio VII, e costituendo in tal modo un nuovo Ordine cavalleresco prettamente cattolico, con l’acronimo S.M.O.G (Sacro Militare Ordine Gerosolimitano), successivamente S.M.O.M. sottoposto al diretto controllo del Papato.

Tale nomina e conseguente pretesa di discendenza dall’Ordine originario non trovarono alcun riconoscimento all’epoca dei fatti, ad esempio nel nominato Trattato di Amiens [firmato il 25 marzo 1802 (4 germinale dell’anno X del Calendario Rivoluzionario Francese) tra Giuseppe Bonaparte e Lord Cornwallis sotto il nome diTrattato definitivo di Pace” tra la Francia e il Regno Unito.], per cui si può legittimamente affermare che il Principe Tommasi fu non il 71° Gran Maestro del Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme, trattasi di una scissione dell’antico Ordine, – come l’Ordine Papale ha sempre ostentato per assurgere al ruolo di “legittimo continuatore dell’Ordine originale” bensì il 1° Gran Maestro di questo nuovo Ordine Militare Pontificio (O.M.P.).

Storicamente quindi lo SMOM è un Ordine creato dalla Chiesa Cattolica e dalla stessa riconosciuta rendendola autonoma nell’ambito delle proprie prerogative, senza alcun legame storico-giuridico con l’antico Ordine di San Giovanni detto di Malta.

Lo SMOM non può pertanto considerarsi altro che una scissione dell’Ordine Originale riservato esclusivamente ai cattolici, quindi non a carattere ecumenico come il Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme ­ Cavalieri di Malta che, non a caso, aveva avuto come Gran Maestro l’ortodosso e sposato Zar Paolo I.

Non a caso, nel 1859, Francesco II re delle Due Sicilie riconosce, attraverso la documentazione dell’Archivio Reale, con riferimento alla Famiglia Paternò e alla consanguinea Famiglia Paternò Castello d’Aragona, il “Cristianissimo Ordine di San Giovanni Gerosolimitano, detto di Malta, sino da prima del 1400”.

Un’altro documento di Casa Borbone, del 1835, precisa che gli ordini cavallereschi riconosciuti sono: quelli papali, quelli “dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni, detto “Melitense”. Si evince che non c’è richiamo allo S.M.O.M. , neppure nella documentazione di una Casa regnante legata al Potere papale.

La sentenza della Corte in Florida del 29 settembre 2011, uniformandosi a quella della Corte di Sant’Agata del 25 giugno 1955, ha stabilito che esistono due organizzazioni con dichiarata storia comune sino al 1798, una cattolico romana ed una cristiano ecumenica, entrambe attive in campo caritatevole e umanitario.

Quanto sopra è importante sottolinearlo in quanto non sussiste concorrenza fra i due Ordini, se non quella del riconoscimento, anche a livello giudiziario, della diversità storica e della rappresentanza formale e sostanziale che ne è derivata e ne deriva.

—-+—-

Quindi riepilogando, lo S.M.O.M., è un Ordine CATTOLICO di protezione papale; ricopre uno importante ruolo in ambito caritatevole.  Ulteriori approfondimenti sono nel loro sito web

—-+—-+—–+—–

 VARI DOCUMENTI di approfondimento (by WIKIPEDIA)

  1. ^ Carta Costituzionale del Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme di Rodi e di Malta (PDF), su orderofmalta.int, 30 aprile 1997, p. 5, art.I, par.1. URL consultato l’8 febbraio 2016.
  2. ^ O anche, in certi casi, O.S.Io.Hier.
  3. ^ a b Benedetto Conforti “Diritto internazionale” Napoli 2002 pag. 31
  4. ^ Denis Mack Smith, Storia della Sicilia medievale e moderna, Laterza, Roma-Bari, 1976, vol. I, pp. 171-172.
  5. ^ Marcello Maria Marrocco Trischitta, Cavalieri di Malta, Roma, 1995
  6. ^ SMOM-Relazioni diplomatiche
  7. ^ Ordine di Malta Italia | Corpo Militare | Storia | Corpo Militare
  8. ^ http://www.orderofmalta.int//wp-content/uploads/2010/06/ordine-di-malta-costituzione.pdf
  9. ^ Gli operatori radio amatoriali considerano comunque l’Ordine come uno stato indipendente, e le stazioni radio che trasmettono dalle sedi dell’Ordine utilizzano una sigla ufficiosa propria, il prefisso “1A0” (informazione sul sito ARRL.org)
  10. ^ La qualità di soggetto internazionale è stata ribadita anche dalla corte di cassazione, che ha riconosciuto all’Ordine l’immunità tributaria in quanto forma particolare di soggettività internazionale: sentenza del 5 novembre 1991 n. 11788, e precedentemente del 3 maggio 1978 n. 2051
  11. ^ Gli ordini cavallereschi e la Legge 178/51
  12. ^ Pagina sull’attività sanitaria dello SMOM sul sito OrdineDiMaltaItalia.org
  13. ^ The United Nations in the Heart of Europe | Permanent Missions | Permanent Delegation of the Sovereign Military Order of Malta to the United Nations Office and other internati…
  14. ^ Sentenza di papa Pio XII del 10 dicembre 1951, in Acta Apostolicae Sedis XLV, 1953, pagg. 765-767 (sentenza del tribunale cardinalizio del 24 gennaio 1953).
  15. ^ La nota è stata pubblicata sull’Osservatore Romano del 4 luglio 2002.
  16. ^ Lorenzetti,U., Belli Montanari,C., L’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Tradizione e rinnovamento all’alba del Terzo Millennio, Fano (PU), settembre 2011.
  17. ^ Membri dell’Ordine
  18. ^ a b c SMOM
  19. ^ SMOM
  20. ^ SMOM
  21. ^ SMOM
  22. ^ Decreto n. 17835 del 23 febbraio 1977.
  23. ^ La Carta costituzionale aggiornata dopo le modifiche del 1997.
  24. ^ Articolo 11, paragrafo 3.
  25. ^ Articolo 11, paragrafo 4.
  26. ^ Dal sito ufficiale.
  27. ^ The proliferation of Russian and others “Order” of St. John
  28. ^ Il Viandante, 1950
  29. ^ Il Sovrano Militare Ordine di Malta e gli altri ordini di San Giovanni di Gerusalemme
  30. ^ Structure and organization of the Order of Malta
  31. ^ Orde van Malta Associatie Nederland-False Orders Committee

——+——

Capi del Sovrano militare ordine di Malta (Wikipedia)

Il capo del Sovrano militare ordine di Malta venne istituito come figura nel 1803, quando l’ordine assunse status giuridico definitivo in Italia:

Giovanni Battista Tommasi (1803-1805)
Innico Maria Guevara-Suardo (1805-1814) luogotenente
André Di Giovanni (1814-1821) luogotenente
Antonio Busca (1821-1834) luogotenente
Carlo Candida (1834-1845) luogotenente
Filippo di Colloredo-Mels (1845-1864) luogotenente
Alessandro Borgia (1865-1871) luogotenentente
Giovanni Battista Ceschi a Santa Croce (1871-1879) luogotenente
Giovanni Battista Ceschi a Santa Croce (1879-1905)
Galeazzo Maria di Thun-Castelfondo (1905-1931)
Ludovico Chigi Albani della Rovere (1931-1951)
Antonio Hercolani Fava Simonetti (1951-1955) luogotenente
Ernesto Paternò Castello di Carcaci (1955-1962) – (Una doverosa precisazione: Venne eletto “luogotenente di gran maestro” dal “Consiglio compìto di Stato” del S.M.O.M. il 25 aprile 1955, dopo la luogotenenza interinale del balì frà Antonio Hercolani Fava Simonetti. Sotto il suo governo l’ordine di Malta riprese a battere moneta dopo oltre un secolo e mezzo di interruzione. Tenne l’incarico fino all’11 maggio 1962 quando, dopo 11 anni di assenza, venne eletto un nuovo Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta. – SMOM-).
Angelo de Mojana di Cologna (1962-1988)
Giancarlo Pallavicini (1988) luogotenente
Andrew Bertie (1988-2008)
Giacomo Dalla Torre del Tempio di Sanguinetto (2008) luogotenente ad interim
Matthew Festing (dal 2008)

——+——

Da quanto sopra si evince un fatto inconfutabile:

La prassi per essere nominati Gran Maestro dell’Ordine di Malta e per cui essere successivamente Principi Gran Maestri è molto complicata, per primo bisogna far parte del supremo gran consiglio e possono esserlo soltanto dei nobili con provata 4/4 di nobiltà; alla morte di un Gran Maestro, il supremo Gran Consiglio può nominare un Gran Maestro, ma deve essere già facente parte del supremo gran consiglio e soprattutto dev’essere un Principe di nobiltà antica, qual’ora nel supremo gran consiglio non esistessero i presupposti, allora si procederebbe con la nomina di un Luogotenente Maestro.

Chi è il Gran Maestro ? Il gran maestro è, nell’organizzazione di governo dell’Ordine di Malta, il superiore religioso e sovrano, nonché la suprema autorità istituzionale, in qualità di capo di stato col titolo di principe.

Chi è un Luogotenente ? Un luogotenente è colui che fa le veci temporaneamente di una carica politica o militare o esercita in loro nome il potere su un determinato luogo. In un regno, il luogotenente (solitamente di rango principesco) esercita l’autorità reale in caso di assenza o impedimento del re legittimo.

—-+—-

Secondo il False Orders Committee, creato dallo SMOM e dagli altri Ordini associati, le organizzazioni imitatrici dell’Ordine di Malta sarebbero più di trenta.

—-+—-

Le nostre inchieste su ordini di malta in italia e nel mondo:

 

http://toscanamagazine.com/inchiesta-giornalistica-ordini-malta-nel-mondo/

 

[Inchiesta giornalistica] Ordini di Malta nel Mondo (2)

 

[Inchiesta giornalistica] Ordini di Malta nel Mondo (3)

 

[Inchiesta giornalistica] Ordini di Malta nel Mondo (4)


 

[Inchiesta Giornalistica] Gli altri Ordini di Malta in Italia

Ordini di Malta, Inchiesta giornalistica su Wikipedia

[Inchiesta giornalistica] Europa: Alleanza degli Ordini di San Giovanni di Gerusalemme

Ordini, Cavalieri, Simboli; inchiesta giornalistica

 


Per le rettifiche a quanto sopra, considerando l’oggetto sul quale verte codesto articolo, rivolgersi al nostro consulente legale Avv. Simone Valenti – Firenze.

Lascia un commento