Italia, che fine fanno i beni sequestrati alla malavita

Solo in Sicilia si contano 525 aziende e 4.470 immobili sequestrati. Sul piano nazionale, il bilancio aggiornato ad aprile è di 1.395 imprese e 9.922 immobili confiscati in via definitiva. Un patrimonio che, se messo sul mercato, basterebbe forse a risanare il nostro enorme debito pubblico. Delle 1.395 aziende confiscate, moltissime sono “scatole vuote” usate solo per riciclare denaro sporco o frodare il fisco. E tra quelle che restano non tutte, una volta confiscate, possono emergere e operare alla luce del sole: ogni cento aziende vere, con clienti e dipendenti, 33 tornano alla legalità con debiti enormi e 54 con fatturati negativi, per cui non hanno accesso al credito. Il modello Parmalat (scorporare i debiti dall’azienda) è difficilmente praticabile perché la gestione legale comincia dal sequestro, provvedimento per natura non definitivo.

fonte

Lascia un commento