Londra: la più grande class action della storia (31mila abitanti della Costa d’Avorio contro la multinazionale Trafigura)

toxicUn inchiesta della BBC, ha portato alla luce un traffico di rifiuti tossici sversati in Costa d’Avorio nell’agosto 2006. A guidare il traffico la multinazionale Trafigura , che anche di fronte a numerose prove, continua a negare. Si parla di 528 tonnellate di rifiuti altamente pericolosi. E grazie alle tante prove raccolte, che dimostrano la responsabilità della società Trafigura, ad ottobre 31mila ivoriani, potranno citare l’azienda in giudizio, nella più grande class action della storia. Testimoni , fanno risalire lo sversamento di rifiuti tossici ad almeno tre anni fa nella città portuale di Abidjan, in Costa d’Avorio. Uno scarico di tonnellate di materiale pericoloso e altamente nocivo, come dimostrano i sedici morti e le centinaia di migliaia di contaminazioni. La multinazionale Trafigura, che trasporta petrolio e prodotti chimici in tutto il mondo, aveva sempre smentito il carattere nocivo delle 528 tonnellate di sostanze gettate in diciotto punti della città, sostenendo che fossero solo maleodoranti ma non pericolose. La composizione chimica dei rifiuti trasportati dalla Probo Koala è stata rivelata dal programma di approfondimento della BBC Newsnight, che ne è entrato in possesso, grazie al lavoro di alcuni giornalisti della rete televisiva. Le analisi di laboratorio sono state condotte nei Paesi Bassi. Ma non è tutto. John Hoskins, uno dei massimi tossicologi della Royal Society of Chemistry ha dichiarato: “Se la stessa quantità e mistura di sostanze chimiche venissero sversate a Trafalgar Square, avremmo milioni di malati”. Sta di fatto che all’epoca, racconta la stampa del posto, gli ospedali dell’ex capitale ivoriana erano gremiti di persone che chiedevano un trattamento medico, tutte per gli stessi sintomi: problemi respiratori, nausee, vomito, ustioni e svenimenti. Comunque, anche di fronte a prove incontrovertibili, la multinazionale continua a negare le proprie responsabilità . Non solo. Grazie ai suoi legali sta cercando di accollare le proprie colpe alla società Tommy, che ha materialmente scaricato i rifiuti. Trafigura dovrà dunque difendersi da queste accuse in tribunale: ad ottobre, come testè scritto, infatti si aprirà a Londra la più grande class action della storia, dove 31mila abitanti della Costa d’Avorio chiederanno il risarcimento dei danni subiti a causa del terribile disastro.
Di Giampaolo Poniciappi

photo courtesy by author

Shortlink:

CONDIVIDI NEI SOCIAL NET

Bookmark and Share
Posted by on 16 maggio 2009. Filed under CULTURA. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login