Portogallo (Tomar), Convento dell’Ordine di Cristo

Portogallo (Tomar), Convento dell’Ordine di Cristo

Convento del Cristo Tomar_Portogallo

Il Convento dell’Ordine di Cristo (portoghese: Convento de Cristo), o più semplicemente Convento di Cristo a Tomar, in Portogallo, fu originariamente una fortezza appartenente ai cavalieri templari costruita nel XII secolo. In seguito alla dissoluzione dell’Ordine dei templari, avvenuta nel XIV secolo, il ramo portoghese dell’ordine si trasformò nell’Ordine del Cristo che finanziò le grandi scoperte del quindicesimo secolo.
Il Convento è uno dei monumenti storici ed artistici più importanti del Portogallo, e fa parte dei Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO dal 1983.
Nel 1118 due cavalieri francesi, Hugues de Payns e Geoffrey de Saint Omer, ottennero dal re cristiano di Gerusalemme Baldovino II il benestare per fondare un’istituzione religiosa che avesse come scopo la cura della moltitudine di pellegrini che affluivano ogni anno in Terra Santa per pregare davanti al Santo Sepolcro.
Dieci anni dopo la confraternita venne legalizzata dal Papa con la Bolla pontificia Omne datum optimum. Nel frattempo l’Ordine del Tempio era già di fatto divenuto un’importante congregazione di “monaci-cavalieri”. La decisione papale, che comportava un’infinità di benefici ed esenzioni, era inoltre un’eccezionale lettera di presentazione per monarchi e governanti europei: gli appartenenti all’Ordine, denominati Templari, conobbero una vertiginosa ascesa e diventarono, grazie anche a una grande disponibilità finanziaria, una presenza chiave nella politica europea del Medioevo.
Il castello dei templari di Tomar venne costruito da Gualdim Pais, capo provinciale dell’Ordine dei Templari, attorno al 1160. Alla fine dello stesso secolo il castello venne scelto come quartier generale dell’Ordine in Portogallo. Il castello di Tomar fece parte del sistema difensivo creato dai templari per difendere i confini del neonato Regno Cristiano dall’aggressoine dei Mori, che in quel periodo (metà del dodicesimo secolo) arrivava approssimativamente al fiume Tago.
La famosa chiesa rotonda (rotunda) del castello venne eretta nella seconda metà del dodicesimo secolo. La chiesa, come altri edifici religiosi templari in tutta Europa, seguiva il progetto della Cupola della Roccia a Gerusalemme, che i crociati ritenevano erroneamente il Tempio di Salomone. Anche la Chiesa del Santo Sepolcro, anch’essa a Gerusalemme, venne usata come modello.
Secondo gli storici cristiani il castello di Tomar resistette nel 1190 agli attacchi del califfo Yaqub al-Mansur, che aveva già conquistato le fortezze del sud. Una targa nei pressi dell’entrata ricorda questi eventi.
Sede dell’Ordine di Cristo [modifica]
L’ordine dei templari venne soppresso in quasi tutta l’Europa nel 1311-1312 per volere di papa Clemente V, istigato da Filippo il Bello, ma in Portogallo i suoi adepti, i beni, ed in parte la vocazione, vennero trasmessi al nuovo Ordine di Cristo, creato nel 1319 da Dionigi I. L’Ordine di Cristo si spostò a Tomar nel 1357.
Uno dei più importanti Gran Maestri dell’Ordine fu Enrico il Navigatore, che lo guidò dal 1417 fino alla morte, avvenuta nel 1460. Il principe Enrico diede enorme impulso alle spedizioni pionieristiche portoghesi durante l’era delle grandi scoperte. Nel convento il principe Enrico ordinò la costruzione di vari chiostri ed altri edifici. Sponsorizzò anche miglioramenti urbanistici nella stessa città di Tomar.
Un’altra persona famosa legata all’Ordine di Cristo fu Manuele I, che divenne Maestro dell’Ordine nel 1484 e re del Portogallo nel 1492. Sotto il suo regno vi furono numerosi miglioramenti al convento, soprattutto l’aggiunta di una nuova navata alla chiesa circolare e le decorazioni effettuate con pitture e sculture.
Il successore di Manuele I, Giovanni III, demilitarizzò l’ordine, trasformandolo in un ordine religioso con una regola basata sugli insegnamenti di Bernardo di Chiaravalle. Ordinò anche la costruzoine di un nuovo chiostro nel 1557, uno dei migliori esempi di architettura del Rinascimento in Portogallo.
Nel 1581, dopo una crisi di successione, la nobiltà portoghese si radunò nel convento e riconobbe ufficialmente Filippo II di Spagna (Filippo I del Portogallo) come re. Fu l’inizio dell’Unione Iberica (1581-1640), durante la quale il Regno del Portogallo e di Spagna furono uniti. L’acquedotto del convento venne costruito durante il regno spagnolo.

Fonte: Wikipedia

Lascia un commento