[Sesto Fiorentino] Ultime notizie da Case Passerini

[Sesto Fiorentino] Ultime notizie da Case Passerini

Potrebbe essere una buona notizia per i comitati che si battono contro la costruzione dell’inceneritore di Case Passerini a Sesto Fiorentino. La Commissione Europea ha consigliato alla Banca Europea degli Investimenti (BEI) di orientare i finanziamenti verso i livelli più alti nella gerarchia di gestione dei rifiuti. Quindi maggior sostegno soprattutto a riciclo e riutilizzo. Solo in fase successiva si utilizzerebbero le risorse rimaste per inceneritori e discariche.

Inoltre, la Commissione avrebbe affermato che in Italia ci sono troppi inceneritori rispetto alle necessità attuali e future e, quindi, si devono prevedere nuovi impianti solo se assolutamente necessari.

Un eventuale inceneritore verrebbe costruito solo se la raccolta differenziata non raggiungesse, nella zona interessata, un livello sufficiente.

Il problema, però, è che la BEI ha già finanziato l’inceneritore di Case Passerini nel marzo 2015. Attualmente l’erogazione del finanziamento è bloccata causa la mancanza dell’Autorizzazione Unica annullata recentemente dal TAR. Manca il giudizio finale del Consiglio di Stato. Bisognerà quindi valutare se le decisioni della Commissione Europea e della BEI avranno effetto anche sul pregresso, quindi sui finanziamenti già avvenuti. In tal caso, con ogni probabilità diventerebbe difficile procedere alla costruzione dell’impianto di Case Passerini.

La notizia, comunque sia, apre una luce nuova sul futuro della gestione dei rifiuti. Le prospettive sono verso la riutilizzazione e il riciclo che non per la distruzione e l’incenerimento. Cosa, del resto, da sempre auspicata da ecologisti, ambientalisti e comitati no inceneritore.

Duccio Magnelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.