Donne in armi…nel Medioevo

Questo articolo sorge da un commento nel social net facebook, all’interno di una bacheca di una persona che è stata insignita da un Ordine X, il cui nome non faremo, come “Cavaliera”. Incuriositi da tale identificazione, avendo a conoscenza che le donne negli ordini di consueto sono “Dame”, abbiamo cercato di capire e approfondire, trovando LEGGI ARTICOLO

[Geopolitica] Filippine cercano partnership con Russia

Il presidente filippino Rodrigo Duterte ha adottato misure volte a rafforzare la cooperazione con la Cina e la Russia, quest’ultima è pronta a costruire una partnership purché le Filippine scindano il rapporto con gli Stati Uniti. Il ministro del Commercio Ramon Lopez però ha chiarito che la separazione dagli Usa “non riguarda quanto è in LEGGI ARTICOLO

Isis combatte con armi americane e di altri paesi

L’Isis ora combatte con fucili con la scritta “Property of US Govt”, di proprietà del governo statunitense. La scoperta è stata di un’organizzazione non governativa: la Conflict Armament Research che ha stilato un rapporto sulle armi in possesso dell’Isis, dopo un lavoro di ricerca in Siria e nel nord dell’Iraq. I miliziani dell’Isis dopo le LEGGI ARTICOLO

Yemen, I numeri della guerra

L’organizzazione non governativa Yemen Data Project, associazione indipendente, dal marzo 2015 monitora il conflitto: un terzo degli attacchi sauditi ha avuto come target dei civili. Degli 8.557 raid compiuti in Yemen, 3.577 hanno colpito obiettivi militari e 3.158 siti civili. I restanti 1.822 non sono stati identificati. Tra gli altri sono stati centrati 114 mercati, LEGGI ARTICOLO

Sudan, Armi: Nuovo dossier su investimenti Italiani

Human Rights First ha pubblicato un nuovo dossier sul commercio di armi al Sudan, il cui governo si è macchiato di numerosi crimini contro l’umanità nel corso delle diverse guerre che hanno afflitto il Paese, tra cui quella in corso in Darfur da oltre cinque anni. Le Nazioni Unite hanno imposto l’embargo delle armi al LEGGI ARTICOLO

Burundi, Campagna disarmo volontario

I dati ufficiali e quasi definitivi, comunicano che tra il 19 e il 27 Ottobre sono stati raccolti 1253 fucili, oltre 5000 granate, 126 bombe, 18 mine e migliaia di munizioni. Le armi raccolte saranno distrutte a Mudubugu, nella provincia nordoccidentale della Bubanza, in conformità con il Protocollo di Nairobi per la prevenzione, la riduzione LEGGI ARTICOLO