Home » Posts tagged with » Austria

Austria, Media e Informazione: La qualità che ci aspettiamo

\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \

Austria, Media e Informazione: La qualità che ci aspettiamo

Un’ istantanea sul paesaggio mediatico in Austria. L’indipendenza politica presuppone il successo economico. Entrambi sono difficili da raggiungere. La critica e il controllo operato dai media decidono della qualità di una democrazia. L’elemento di base su cui si fonda ogni democrazia è la qualità della mediazione. Eppure in questo Paese proprio la qualità dei media […]

Austria, Barriera migranti: Cancelliere si dimette

\ \

Austria, Barriera migranti: Cancelliere si dimette

Il cancelliere asutriaco Werner Faymann, social democratico, si è dimesso dalla sua carica a seguito di pressioni sul governo dei sindacati e dell’ala giovanile del partito socialdemocratico, per la questione barriere sui migranti. Fayman aveva fatto pressioni sull’Italia riguardo la costruzione di una barriera anti-immigrazione al Brennero.

Trattato di Amiens 25 Marzo 1802

\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \

Trattato di Amiens 25 Marzo 1802

Definitivo trattato di pace tra la Repubblica francese, Sua Maestà il Re di Spagna e delle Indie, e la Repubblica Batava (una parte), e Sua Maestà, il Re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda (da parte di altri ). Il Primo Console della Repubblica francese, in nome del popolo francese, e sua maestà […]

\

Austria, Immigrati: Prime espulsioni per insufficiente padronanza della lingua

Da sei anni è in vigore un Integrationsvertrag (contratto d’integrazione) con l’obbligo, per l’immigrato che voglia risiedere in Austria, di frequentare 300 lezioni di tedesco. La conoscenza della lingua è considerata un requisito indispensabile, ma finora non aveva creato problemi. Quest’anno, per la prima volta, tre persone sono state esplulse (almeno sulla carta) per non […]

In Europa è recessione profonda

\ \ \ \ \ \ \ \ \ \

In Europa è recessione profonda

I dati resi noti oggi da Eurostat, parlano chiaro: il pil di Eurolandia è crollato nei primi tre mesi dell’anno del 2,5% rispetto all’ultimo trimestre 2008. Ma non è tutto. Perché secondo Eurostat, si tratta del calo più marcato dalla nascita della zona euro. Altri dati riguardano la Germania: -3,8% , il dato peggiore, seguita […]