Il governo tenta di respingere i valori comuni a tutta l’Europa, quali il rispetto dello Stato di diritto, l’indipendenza della giustizia e la libertà di stampa, pertanto occorre “vigilare” su quanto sta accadendo e essere “fermi sulle linee rosse da non oltrepassare”, come l’introduzione della pena di morte. Si trattaContinua a leggere ->

  Corriere del Ticino, 10.12.2012 Farnaz Seifi, nata a Teheran, dal 2007 vive in esilio forzato lontana dal suo Paese e dalla sua famiglia. Attivista per i diritti umani e femminili, blogger intrapren­dente che aggira la censura del Governo in difesa della libertà di espressione e di informazione, fondatrice della prima rivista femminile online in […]Continua a leggere ->

Pagina 1 di 11