[Firenze] La Compagnia di San Jacopo del Nicchio

Le quattro compagnie di San Jacopo in Oltrarno (o del Nicchio), di San Girolamo, di San Paolo e di Sant’Antonio Abate costituivano le confraternite fiorentine dette buche, caratterizzate dalla pratica della flagellazione, dalla disciplina e dall’uso di riunirsi in preghiera la notte. I confratelli di tali compagnie erano detti “battuti” e, a seconda del loro LEGGI ARTICOLO

Al Santo Stefano di Prato attivo il Day Service per il tromboembolismo venoso

Attivo all’ospedale Santo Stefano il servizio di day service per tromboembolismo venoso, dedicato a pazienti con patologie trombotiche degli arti inferiori. Si tratta di un percorso assistenziale personalizzato che consente di ottimizzare i tempi di diagnosi e di trattamento, per pazienti affetti da questa patologia in condizioni cliniche stabili.

Comitato tecnico della Rete Escursionistica Toscana (RET). Costituzione.

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE, Visto l’articolo 34 dello Statuto della Regione Toscana; Vista la legge regionale 20 marzo 1998 n. 17 (Rete escursionistica della Toscana e disciplina della attività escursionistiche)”; Visto il DPGR n. 61/R/2006 “Regolamento di attuazione della legge regionale 20 marzo 1998 n. 17 (Rete escursionistica della Toscana e disciplina della attività escursionistiche) LEGGI ARTICOLO

LA PIU’ ALTA VIRTU’ PER UN CAVALIERE

Quale deve essere la più alta virtù di un Cavaliere (o di una Dama)? Ovviamente molti sono i tratti etici che si definiscono e si compenetrano fra loro, ma vorrei una e una sola risposta. Quale, se foste un Cavaliere, sarebbe la virtù che cerchereste maggiormente di fare vostra? Quale quella che apprezzereste di più? LEGGI ARTICOLO