Anche se l’accoglienza riservata dalle piazze romane e da mezzo parlamento italiano , non stata certamente incoraggiante per il governo libico, quest’ultimo ha fatto sapere tramite il ministro della pianificazione, che sta considerando la possibilità di investire in Enel, Telecom Italia e Impregilo, insieme a joint venture con aziende italiane,Continua a leggere ->

Pagina 1 di 11