[Firenze] Torri dei Barbadori

La torre più famosa è quella che si erge davanti alla torre dei Belfredelli. Viene fatta risalire al XII secolo per attribuzione ed è appartenuta ad un’antica famiglia di mercanti fiorentini, committenti, tra l’altro, di una famosa pala di Filippo Lippi, oppure della Cappella Barbadori dentro la chiesa di Santa Felicita. Si presenta oggi come LEGGI ARTICOLO

[Firenze] Torre dei Belfredelli

La torre dei Belfredelli è una delle meglio conservate torri medievali di Borgo San Jacopo in Oltrarno e più in generale di tutta Firenze. Si riconosce al n. 9 per la copertura con una fitta vegetazione di edera nella parte inferiore ed è prospiciente alla torre dei Barbadori, mentre sul retro si appoggia alla torre LEGGI ARTICOLO

PERCHÉ SCEGLIERE IL NOSTRO MAGAZINE COME FONTE DI PUBBLICITÀ?

Il Toscanamagazine.com è una rivista digitale indipendente, cioé tutto ciò che leggete è fonte di investimenti economici dell’agenzia di stampa internazionale EMMEGI, la cui testata esiste dal 1990. Il magazine è composta da giornalisti professionisti che hanno il compito di selezionare ogni contenuto di ogni argomento e categoria. Il risultato è quello che leggete periodicamente, LEGGI ARTICOLO

[Firenze] Curiosità: Carlo Conti proprietario attico Torre dei Ramaglianti

La torre dei Ramaglianti si trova in via dei Ramaglianti ed è una delle torri medievali del quartiere Oltrarno a Firenze. Si appoggia sul retro alla torre dei Belfredelli. I Ramaglianti erano un’importante famiglia ghibellina ed avevano una cappella nella chiesa di San Jacopo sopr’Arno. In passato ebbero la proprietà anche della vicina torre dei LEGGI ARTICOLO

[Firenze] Tribuna degli Uffizi

Il granduca Francesco I de’ Medici volle far costruire la Tribuna degli Uffizi quando, nel 1584, decise di trasferire il contenuto dello Studiolo di Palazzo Vecchio, realizzato tra il 1570 e il 1572, in questo nuovo ambiente: qui gli oggetti, collocati su più piani, avrebbero trovato una sistemazione più ordinata e in armonia con l’ambiente LEGGI ARTICOLO