Firenze – Torre degli Amidei

La torre risale all’alto medioevo e si trovava un tempo vicina alla porta cittadina di santa Maria dell’”antica cerchia” delle mura di Firenze, meglio conosciuta come Por Santa Maria, che dà anche il nome alla via. La torre venne scapitozzata con molte altre nel Duecento, cioè venne abbassata di alcuni piani per un Regolamento Edilizio LEGGI ARTICOLO

Firenze – Torre dei Mannelli

La torre dei Mannelli è nota alla storia per non aver fatto passare il Corridoio Vasarianio; si trova in cima al Ponte Vecchio e vi si accede da via de’ Bardi a Firenze. La famiglia riuscì a opporsi fermamente e Giorgio Vasari dovette modificare il suo progetto facendo passare il corridoio attorno alla torre, attraverso LEGGI ARTICOLO

[Firenze] Curiosità: Villa La Quiete di proprietà Regione Toscana

La Villa La Quiete si trova nella collina di Castello a Firenze, ai piedi del Monte Morello. Considerata tra gli edifici più significativi nei dintorni di Firenze, deve il suo nome a un affresco di Giovanni da San Giovanni intitolato La Quiete che domina i venti (1632). La zona dove si trova il complesso era LEGGI ARTICOLO

Firenze, Orologio di Santa Maria del Fiore

L’orologio liturgico, dotato di un meccanismo nei vani interni della controfacciata, seguiva un movimento innanzitutto opposto agli orologi odierni, cioè antiorario, ed era diviso in spicchi che segnavano ventiquattro ore, segnate con numeri romani. Segue la cosiddetta hora italica, un giorno diviso in 24 “ore” di durata variabile a seconda delle stagioni, che comincia al LEGGI ARTICOLO

Firenze, Cappella Sassetti: Il miracolo del fanciullo resuscitato

Il Miracolo del fanciullo di Casa Spini resuscitato, al centro della parete sopra la pala d’altare, riproduce un miracolo postumo di san Francesco, legato alla famiglia Sassetti e non a caso raffigurato nel punto centrale del ciclo di affreschi. Al santo fu attribuito il miracoloso intervento che resuscitò un bambino caduto da una finestra di LEGGI ARTICOLO

Firenze, Cappella Sassetti

La cappella, con l’arco a sesto acuto e le volte a crociera, è in stile tipicamente gotico, come tutta la chiesa di Santa Trinita, ma le aggiunte rinascimentali si fusero bene con la struttura più antica. Alle due pareti laterali, sopra uno zoccolo all’altezza dell’altare, si trovano i sarcofagi in pietra di paragone di Francesco LEGGI ARTICOLO