Realismo, per il quale la realtà esiste indipendentemente dal soggetto conoscente: nella disputa sugli universali, ad esso veniva ricondotta la dottrina di Aristotele, ma sotto certi aspetti anche la teoria platonica delle idee; Nominalismo, che nega consistenza ontologica ai principi conoscitivi dell’intelletto; Empirismo, secondo cui la conoscenza deriva esclusivamente daiContinua a leggere ->

Durante il Medioevo la gnoseologia platonica rimase sostanzialmente invariata; fu però accentuata la dimensione mistica e contemplativa del sapere soprattutto presso i neoplatonici. L’epistème per costoro si colloca non solo al di sopra della dimensione razionale, ma persino al di sopra di quella intuitiva: in Plotino e Agostino infatti, soloContinua a leggere ->

Pagina 1 di 11