Il 14 Luglio 2015, la Cina, la Francia, la Germania, la Russia, il Regno Unito, gli Stati Uniti e l’Alto Rappresentante dell’Unione Europea (il gruppo E3/EU+3) e l’Iran hanno raggiunto un storico accordo ove garantisce che, il programma nucleare, è per scopi pacifici. L’Iran ha inoltre acconsentito ad essere monitoratoContinua a leggere ->

In questa intervista l’ambasciatore Alessandro Minuto Rizzo sottolinea come i legami storici, geopolitici e culturali, tra Kiev e Mosca consentano alla Russia di percepire l’Ucraina come qualcosa di molto vicino e di quasi “nazionale” e non come come “politica estera”. In questa scenario un intervento militare della Nato per gestireContinua a leggere ->

Il vicesegretario generale della Nato, Rose Gottemoeller, nel corso della sua visita in Montenegro, incontrando gli studenti dell’Università ha detto che non ci saranno basi militari della Nato dopo l’adesione di Podgorica all’alleanza. La Gottemoeller ha inoltre affermato che “il Montenegro progredisce in modo stabile verso la Nato e nonContinua a leggere ->

La rinuncia della Russia arriva dopo che il Ministero degli Esteri spagnolo aveva ufficialmente chiesto all’ambasciata russa chiarimenti sul possibile coinvolgimento della flotta nei bombardamenti di Aleppo. Mosca ha quindi rinunciato ad uno scalo di rifornimento nell’enclave spagnola per la sua flotta di navi guidata dalla portaerei Kuznetsov dirette inContinua a leggere ->

Anders Fogh Rasmussen, segretario generale della NATO, ha dichiarato la necessità di collaborare con la Russia per garantire la stabilita nell’Europa atlantica. La NATO punta sulla Difesa Antimissilistica a seguito schieramento dei missili Patriot in Turchia, per dare una risposta reale alle minacce, insieme ad altri alleati europei.Continua a leggere ->

Pagina 1 di 212