Se il passeggero si viene a trovare nell’impossibilità di partire per cause a lui non imputabili, ad esempio una malattia, l’art. 400 del codice della navigazione (del decreto legislativo 96 del 9 maggio 2005) prevede che il passeggero possa chiedere la risoluzione del contratto di viaggio, versando al vettore unaContinua a leggere ->

Pagina 1 di 11