Pellegrino Rainaldi Danti, intorno al 1567, fu invitato a Firenze da Cosimo I de’ Medici, duca della Toscana, per avvalersi dei suoi servigi e far rinascere gli studi matematici ed astronomici, nel dominio recentemente acquisito. In particolare, ebbe da Cosimo la carica di cosmografo granducale, ed elaborò le mappe cheContinua a leggere ->

Nella cupolina della sagrestia vecchia della Basilica di San Lorenzo, si trova un’interessante immagine astronomica che rappresenta il cielo di Firenze del luglio 1442: l’estrema precisione dei dettagli fa supporre che l’autore si fosse avvalso dei suggerimenti di un astronomo, forse Paolo dal Pozzo Toscanelli, amico di Filippo Brunelleschi.Continua a leggere ->

Dichiarata dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’Umanità nel 2013, la villa fu edificata nel 1556 per iniziativa di Cosimo I come residenza di caccia e presidio territoriale nei pressi del Padule di Fucecchio, una zona umida particolarmente ricca di fauna. Il progetto dell’edificio, caratterizzato dalle due peculiari rampe d’accesso “a scalera” inContinua a leggere ->