[Toscana – Firenze] Scultore omaggia crocifisso alla Parrocchia di Santa Maria a Coverciano

La Parrocchia di Santa Maria a Coverciano ha inaugurato, Sabato 12 settembre, durante la solenne celebrazione vespertina, un crocifisso in argento, opera e dono personale di uno scultore fiorentino. Il nuovo artistico crocifisso, posto sopra il tabernacolo nella cappellina laterale – l’altra ospita l’immagine della Madonna del Buon Consiglio proveniente dalla cappella della villa dell’Arcivescovo Cecconi – coglie, come scrive Mario Bertini “l’attimo fuggente fissato alla croce che appare felicemente espresso con il Redentore non ancora mortalmente adagiato al letale supporto ma piuttosto contratto dal immane sofferenze degli ultimi spasimi.

Un Cristo già crocifisso, quindi, ma ancora vivo, con la testa ancora non raffinata e che cerca nelle residue energie, concentrate nel ventre e nelle ginocchia, un ultima, informe esplosione di vita prima di consegnar alla volontà del Padre. Sotto un giglio, subito sotto le ginocchia del Cristo, chiaro riferimento alla sua risurrezione, quasi un preludio come divina certezza contro la biblica discesa agli inferi del nostro Credo. Una Risurrezione qui rappresentata da quel possente virgulto di una croce immediatamente arricchita nel profondo, peccaminoso terreno del Golgota, ma già capace di generare spiragli di salvezza”.

L’importanza della nuova opera è stata autorevolmente sottolineata dai responsabili del Centro Unesco di Firenze, che hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione mettendo in rilievo come tale donazione “tenda alla salvaguardia e alla valorizzazione delle tradizioni locali”.

Riprese di Franco Mariani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.