Toscana, I migranti ricevono soldi? Dipaniamo i dubbi

toscana-map

Ai migranti spetta un pocket money da 2,50 euro giornalieri, e si arriva al massimo a 7,5 euro per ogni nucleo familiare. Poi una tessera o ricarica telefonica da 15 euro. Il richiedente asilo in attesa di un posto in un centro di accoglienza può inoltre fare richiesta di contributo alle questure dimostrando la propria condizione di indigenza. Il valore massimo di questa “una tantum” è di 976,15 euro.

La prefetture assegnano ai gestori 34 euro più Iva giornaliere per ogni migrante ospitato nella struttura di accoglienza. La cifra copre le forniture e i servizi, anche l’eventuale affitto della struttura. Nel caso di edifici pubblici forniti dalla prefettura l’appalto scende a 30 euro più Iva.

Le cooperative o le associazioni non ricevono alcun contributo se proprietarie dell’immobile. I residence, gli alberghi ed i privati, purché proprietari di appartamenti, ricevono, invece, un corrispettivo per l’affitto dall’organizzazione vincitrice dell’appalto. In genere la quota varia dagli 8 ai 15 euro, a seconda dei servizi forniti.

FONTE

Shortlink:

CONDIVIDI NEI SOCIAL NET

Bookmark and Share
Posted by on 25 novembre 2016. Filed under ARCHIVIO, ATTUALITA'. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login