Toscana, Mercato ortofrutticolo: Andamento altalenante

Toscana, Mercato ortofrutticolo: Andamento altalenante

ortofrutta

La produzione frutticola del 2016 ha un rapporto fra qualità e quantità migliori degli anni passati. Le stime parlano di un aumento della produzione del 5%, rispetto al 2015, ma la qualità non è sempre stata recepita dai consumatori intervistati; infatti in molti hanno lamentato su determinati frutti e verdure una scarsa qualità. Si parla di acidità superiore al normale, peggiore grado zuccherino a fronte di una ottima colorazione.

Il problema di quanto riscontrato dagli intervistati era più evidente nei supermercati di fascia media, mentre in quelli di fascia alta, la qualità era leggermente migliore.

I prodotti da mercato, invece, erano più attinenti alla loro colorazione, con gusto effettivo del frutto o verdura acquistata.

In Toscana la superficie odierna destinata al settore frutticolo è di 2.500 ettari con un valore medio della produzione di 300 quintali/ettaro che corrisponde ad un valore economico di circa 40 milioni di euro.

Per quanto riguarda la tipologia di raccolto la mela resta la produzione regionale più importante con 750 mila quintali annui, segue la pesca – pesca noce con 150 mila quintali e la pera con 100 mila quintali di produzione all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.