[Trekking in Lucca – Guamo] Acquedotto monumentale del Nottolini

Il Regio Architetto Lorenzo Nottolini, figlio di Gian Domenico e Maria Domenica Orsolini, nasce il 6 Maggio 1787 a Zone, una località di Segromigno in Piano e Muore a Lucca il 12 settembre del 1851 per un colpo apoplettico. I lavori dell’acquedotto iniziano nel 1821 e terminano nel 1851. Le condotte si sviluppano per 3,2 chilometri su una struttura alta circa 12 metri che attraversa la piana lucchese, sostenuta da 460 archi in mattoni e muratura. Sulla sommità ci sono due canali distinti per due tipi diversi delle acque.

Nottolini realizzò due diverse vie per l’acqua, a seconda della loro provenienza: le acque di sorgente furono inviate mediante una via privilegiata alle numerose fonti pubbliche e private di Lucca, mentre le acque di San Quirico e della Valle, andarono ad alimentare le fontane monumentali della città.

L’acquedotto termina nel tempietto di San Concordio che in realtà è una cisterna. Usciti dall’acquedotto raggiungiamo in salita il prato a Sigliori m 470 e dopo aver percorso un breve tratto di variante alla via Francigena si discende fino alla foce di Monte Zano. Si sale sul Monte di Zano m 459 e con ampio giro, passando da Massa Macinaia, si ritorna al punto di partenza.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.