In queste settimane di tempo climatico un pò particolare, si stanno scatenando varie forme allergiche, con occhi arrossati, rinite, naso chiuso, starnuti, ed altro ancora. La cura di consueto è farmacologica, prescritta dal medico curante, ma bisogna nel contempo aiutare il sistema immunitario del proprio corpo, indi per cui iniziamo dai cibi.

Prima di tutto le cipolle, le quali contengono composti solforati che inibiscono la risposta allergica e infiammatoria. Depurano l’intestino, contengono vitamina C e sali minerali.

Poi ci sono altri tipi di alimenti in aiuto, ricchi di magnesio (cereali integrali, fagioli , verdure a foglia verde, banane ecc.). Il magnesio contribuisce a ridurre al minimo la produzione di istamina. Assumere anche vitamina C con cibi che supportano la regolare funzione del sistema immunitario.

Quali alimenti evitare ? Prima di tutto quelli che liberano l’istamina(*), quindi: formaggi fermentati, cioccolato, insaccati, frutta secca, fragole, pomodori, crostacei, molluschi, cibi grassi e lo zucchero. Il consumo di latte e latticini è anch’esso da limitare perché provoca una maggiore ipersecrezione di muco, che aggrava i sintomi di rinite allergica e asma.

Fonte

Nota
(*) L’istamina è una molecola che si trova nel nostro corpo, ma anche in diversi alimenti sia di origine vegetale che animale, si stabilisce all’interno delle cellule e regola la risposta allergica. Nei soggetti intolleranti si accumula nel sangue, dopo i pasti, dopo circa mezz’ora, con la comparsa di sintomi. I cibi ricchi di istamina sono le spezie, crauti, pomodori in scatola, legumi, uova, lievito, tofu e soia fermentata, avocado, vino, agrumi, fragole, papaya, ananas, banana, pera, uva, kiwi, lampone.