Che cos’è una Testata giornalistica

Il nome deriva dal fatto che, storicamente, il titolo di una pubblicazione è sempre stato posto alla testa della pagina. In ambito radiofonico e televisivo le testate giornalistiche sono date rispettivamente dai radiogiornali (o giornali radio) e telegiornali con cui le maggiori reti, radiofoniche e televisive, coprono il settore dell’informazione.

La legge italiana sulla stampa (Legge 8 febbraio 1948, n. 47) prevede che, all’atto della registrazione di una testata vadano indicate:

nome della testata e suo proprietario (cioè l’editore);
luogo e data di pubblicazione;
nome del direttore responsabile;
nome e domicilio dello stampatore.
Negli ultimi anni del XX secolo si sono sviluppate le testate giornalistiche online. Gli editori di vari quotidiani o periodici cartacei offrono sempre più spesso una versione digitale “sfogliabile” via web, oppure una versione dedicata, per tablet e smartphone, distribuita tramite applicazione mobile.

Con Internet le agenzie di stampa classiche si sono digitalizzate, mentre altre sono nate appositamente nel web, come per esempio la EmmegiPress il cui sito web di riferimento per l’informazione è il reporterspress.it