Empoli. Nottissima, un mosaico in dono al Museo Paleontologico realizzato dai ragazzi di Cerbaiola

Anche i ragazzi del Centro diurno di Cerbaiola partecipano a Nottissima 2019 con una loro realizzazione che sarà donata al Museo Paleontologico. Si tratta di un coloratissimo mosaico dal titolo ‘Arno bucolico’, manufatto nel laboratorio di ceramica del Centro diurno, nell’ambito di un progetto più ampio sul fiume Arno, ideato dall’associazione GEA intitolato “L’acqua dell’Arno”.

Il lavoro artigianale dei ragazzi di Cerbaiola, ormai specialisti di mosaici, opere regalate anche ad altre comunità e presenti anche in altri luoghi, a seguito di inviti ricevuti in tal senso, sarà inaugurato proprio sabato 14 settembre 2019 alle 18.30 alla presenza di Valentina Torrini, assessore al sociale del Comune di Empoli; Giula Terreni, assessore alla cultura del Comune di Empoli, e Ignazia Scibetta della Asl Toscana Centro.

All’iniziativa sono invitati tutti i cittadini.

IL PROGETTO DEL MOSAICO – L’opera reinterpreta una cartolina dei primi anni del Novecento. Nei mesi scorsi gli operatori del Diurno disabili di Cerbaiola, in collaborazione con Katia Alfaioli del Museo Paleontologico di Empoli, hanno realizzato un progetto che prevedeva la visita al museo e all’area naturalistica di Arnovecchio. Il lavoro si inserisce nel progetto “L’acqua dell’Arno”. Il mosaico misura 186×125 cm ed è stato realizzato utilizzando tessere in ceramica su tavola.

Il laboratorio di ceramica di Cerbaiola da oltre venti anni realizza mosaici che hanno avuto riconoscimenti e sono stati premiati per l’alta qualità delle opere nel 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019 e inseriti nel Parco dei mosaici di Blevio sul lago di Como. Inoltre sono stati creati e collocati quattro mosaici su commissione dell’amministrazione comunale di Vinci .

“Arno bucolico”, ha un valore speciale perché parla della nostra città. Per questo verrà donato al Comune di Empoli in particolare al Museo Paleontologico da cui è partito lo stimolo per la sua realizzazione, da collocare indicativamente su una parete del ballatoio che da’ sulla corte interna al primo piano, proprio quest’anno che Empoli compie 900 anni.

MET – Comune di Empoli