Firenze. Parco delle Cascine, continuano i controlli straordinari dei Carabinieri

L’inizio del nuovo anno coincide con l’attuazione di mirati e serrati controlli giornalieri da parte dei Carabinieri della Compagnia di Firenze presso i giardini del “Parco delle Cascine”. Nella giornata di ieri 9 gennaio 2019, i militari della Stazione CC di Firenze unitamente ai militari della C.I.O. del 6° Btg. Toscana di Firenze effettuavano un controllo straordinario del Parco delle Cascine, finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti da parte di soggetti extracomunitari.

Nel corso del servizio ieri pomeriggio, veniva tratto in arresto per i reati di oltraggio, resistenza aggravata e minaccia un cittadino del Ghana AMANKONA Evass, 32enne, pregiudicato. Lo stesso, avvicinato dai militari per un controllo di polizia, opponeva resistenza minacciandoli con un bastone unitamente ad altri connazionali che nel frattempo avevano circondato gli operanti.

I militari in servizio presso il polmone verde della città erano stati attratti da strani movimenti che questo gruppetto di giovani nord-africani effettuavano nell’allontanarsi in direzione del greto del fiume Arno per poi ritornare sul posto, dopo aver confabulato con giovani italiani. A questo punto ritenendo di trovarsi di fronte ad un presumibile reato di spaccio di sostanze stupefacenti, si riteneva opportuno intervenire procedendo al loro controllo.

Nel corso della mattinata odierna verrà celebrato il rito direttissimo.
Nella medesima giornata i Carabinieri della Stazione CC Firenze Campo Marte, dopo alcuni giorni di appiattamenti effettuati in prossimità del domicilio eletto, allo scopo di procedere alla sua identificazione e cattura, traevano in arresto BRAHIM Nafil, cittadino marocchino, 51enne, nullafacente, pregiudicato. Lo stesso era gravato da un’ordinanza di esecuzione per la carcerazione emessa dal Tribunale di Firenze, dovendo scontare una pena detentiva pari ad anni due e mesi undici di reclusione, per una rapina commessa nell’anno 2009 ai danni di una turista alla quale con violenza le aveva asportato il portafoglio. Dopo le formalità di rito lo stesso è stato associato al carcere di Sollicciano

Carabinieri-Comando provinciale di Firenze