Livorno, Stabilimenti balneari: Controlli della Guardia di Finanza

gdf_scritta

Gli stabilimenti balneari della costa livornese hanno avuto il controllo fiscale dei militari della Guardia di Finanza, i quali hanno rilevato e poi segnalato all’Agenzia delle Entrate, ai fini dell’accertamento, imposte evase (tra imposte dirette, iva, irap e ritenute fiscali) per 1.500.000 euro, constatando inoltre la presenza di 6 lavoratori a nero.

Gli stabilimenti balneari gestiscono, in concessione, tratti del demanio marittimo, sul quale ombrelloni, sdraio e lettini, oltre a fornire servizi di ristorazione, ludici, di intrattenimento e complementari, sempre previo pagamento di corrispettivi da parte dell’utenza.

Le persone assunte a nero, dai titolari di stabilimenti balneari, per incarichi quali la pulizia delle spiagge, la sistemazione degli ombrelloni e sdraio, ed altro ancora, fotografano una situazione che, in Toscana, è diventata una consuetudine, in particolare modo quando si ha davanti soggetti deboli che non possono chiedere i propri diritti di lavoratori. Gli sfruttatori a nero, vanno denunciati.

Fonte