[Lavoro] Maggio musicale fiorentino, mobilità e ricollocamento 25/30 unità

maggio_musicale_firenze

Il sovrintendente dell’ente Francesco Bianchi, dopo la pronuncia della Consulta sulla stabilizzazione dei lavoratori nelle fondazioni lirico-sinfoniche, hanno stabilito il reintegro di 26 dipendenti allontanati dal Maggio, spiegando che “non necessariamente i lavoratori che verranno ricollocati saranno quelli reinseriti in teatro dopo le sentenze della suprema Corte”, e ha sottolineato che coloro che affluiranno in Ales “vedranno, mediamente, il loro stipendio aumentato; inoltre nei casi di contratto a tempo parziale o determinato, ci sarà la trasformazione a tempo indeterminato e pieno”.

Il sovrintendente ha spiegato di augurarsi che questa “operazione possa concludersi rapidamente con la collaborazione di tutti: spero nella ragionevolezza, lo dico ai sindacati”.

“Se il piano esuberi va bene, il Maggio sarà del tutto fuori pericolo dal punto di vista del conto economico”. Lo ha detto il sovrintendente.

“Inoltre da circa due mesi sto lavorando ad una operazione sui debiti della quale al momento non posso divulgare dettagli: posso solo dire che dal punto di vista dei ricavi il piano sarà estremamente prudente. Il bilancio previsionale del 2016 approvato in febbraio (e poi rivisto a luglio) aveva un”asticella molto alta sulla biglietteria, poi è stata rivisita. C”è stata poi la questione dei soldi della regione, passati da 4,5 a 3,5 milioni, e l”indice di attesa di finanziamenti dagli sponsor un po” troppo alto”.

Il pareggio di bilancio senza partite straordinarie è previsto come obbligatorio per il 2017 e il 2018″, ha sottolineato ancora Bianchi.

fonte