Manutenzione sito web, quanto costa e cosa vuol dire

Quando un webmaster ha realizzato un sito web e consegnato il suo lavoro al cliente, l’anno successivo c’è il lavoro di manutenzione. Che cosa vuol dire manutenere un sito web e quali sono gli ipotetici costi che, su Internet vediamo a prezzi stracciati e ridicoli oppure elevati. Prima di tutto il costo di manutenzione è variabile a seconda dei servizi scelti e possiamo distinguerla in tre tipologie:
1) ordinaria
2) straordinaria
3) Gestione

La manutenzione ordinaria comprende la soluzione di eventuali problemi tecnici legati all’affitto dello spazio web e alla sicurezza informatica (escluso implementazioni o servizi tecnici i cui costi sono ad addebitarsi a terzi). Il costo varia a seconda della tipologia di sito web scelto in fase di realizzazione, cioé se è statico (quindi non aggiornabile) oppure dinamico (con pannello di controllo).

La manutenzione straordinaria aggiunge a quella di base la possibilità di implementare le funzionalità del sito, ovviamente su richiesta del cliente e, quindi, il prezzo varia a seconda delle modifiche da effettuare.

La gestione del sito web è la soluzione ottimale che comprende sia la manutenzione ordinaria/straordinaria sia ulteriori servizi specifici, quali monitoraggio statistiche, verifiche, controlli vari. Ovviamente
il prezzo varia a seconda dei servizi scelti.

La manutenzione ordinaria/straordinaria è in pratica l’insieme di servizi che si concludono nel fornire un sito web aggiornato, implementato, upgradato. Quindi non ci sono soltanto modifiche di testi o foto, ma anche controlli specifici tecnici.

Ricordiamo che un sito web realizzato su un CMS come WordPress o Joomla richiede costi differenti per aggiornamenti e upgrade, verifica funzionamento plugin e sostituzione di essi, ecc.

Se al sito web, statico, dinamico o su CMS, abbiniamo poi dei servizi come la comunicazione on line, il web marketing, SEO, ufficio stampa, stesura comunicati, attivazione/gestione fan page nei social net work, ecc ovviamente il cliente deve rendersi conto che 500 euro all’anno sono una cifra ridicola, per avere dei servizi professionali di questo tipo!