“Metabolismo basale: cos’è e da cosa è influenzato”

Il metabolismo basale (BMR, dall’inglese Basal Metabolic Rate), è definito come il dispendio energetico, espresso in chilocalorie (KCal), di un individuo quando sono presenti delle condizioni “basali” ovvero: l’individuo deve presentarsi in stato di veglia, ma a riposo, deve essere a digiuno da almeno 12 ore, non deve aver praticato attività fisica nell’ora precedente la misurazione ne devono essere presenti al momento della misurazioni fattori di eccitazione fisica o mentale che potrebbero alterare la misurazione.

Molto importante risulta essere anche la temperatura al momento della misurazione: questa dovrà aggirarsi attorno ai 20° C.

In altre parole si tratta del minimo dispendio energetico necessario a mantenere le funzioni vitali e lo stato di veglia di un individuo.

Il BMR può essere calcolato attraverso la cosiddetta calorimetria ovvero andando a misurare il calore prodotto dall’organismo come segnale delle reazioni biochimiche che avvengono all’interno dell’organismo stesso. Esiste sia una calorimetria diretta che una indiretta.

In quella diretta si va a misurare la dispersione di calore dell’individuo posto all’interno di una stanza apposita che rispecchia tutte le condizioni descritte in precedenza.

In quella indiretta invece si sfrutta la differenza di concentrazione dei due gas principali presenti nei gas respiratori (ossigeno ed anidride carbonica) e l’ossidazione dei substrati energetici (lipidi, glucidi o carboidrati e proteine).

In generale questo valore si aggira attorno al 50%-75% del dispendio energetico della giornata, è più elevato negli uomini rispetto alle donne e diminuisce con l’età. Tale diminuzione può essere rallentata attraverso la pratica di una adeguata attività fisica.

E’ influenzato da alcuni fattori quali la temperatura esterna: al suo diminuire si verifica un aumento del MBR; temperatura interna: il MBR è direttamente proporzionale al suo aumento; stato nutrizionale; assunzione di farmaci; stato gestazionale o allattamento.

Per un calcolo approssimativo del proprio BMR è possibile utilizzare le formule di Harris&Benedict :

  • uomo: 66,5 + (13,75 x kg) + (5,003 x cm) – (6,775 x anni)
  • donna: 655,1 + (9,563 x kg) + (1,850 x cm) – (4,676 x anni)

Per poter mantenere attivo e stimolare il proprio BMR è consigliato:

– svolgere attività fisica almeno 3 volte a settimana, preferibilmente di tipo aerobico e di tonificazione in modo da stimolare l’aumento della massa magra che comporta un aumento del MBR,

– controllare la propria alimentazione: i pasti non devono mai essere saltati, sono consigliati spuntini tra i pasti principali e una corretta assunzione di tutti i macronutrienti ed almeno un paio di L di acqua al giorno.