[Primavera / Estate 2019] BiciSport: Pantaloncino classico e di classe

La primavera del 2019 la ricorderemo nei prossimi anni, altalenante almeno in Italia. Negli anni scorsi già dal mese di Aprile avevamo avuto giornate insolitamente calde. Comunque in qualche giorno di sole e caldo, tolti i manicotti e la salopette, ho avuto modo di provare un nuovo prodotto ovvero un pantaloncino che, finalmente si distingue dai precedenti simili, per vestibilità e tessuto.

Dunque la vestibilità è ciò che ritengo sia un mix fra casual e gara aggressiva. Indi per cui aderenza quanto basta con tessuto miscelato in 80& pliammide e 20% elastomero licra che dovrebbe fornire anche altri fattori importanti per noi ciclisti, come traspirabilità, rapido assorbimento dell’umidità, resistenza agli odori, qualità antistatica, durata e morbidezza.

IL TEST SU STRADA E OFF ROAD

La salopette, come si vede dalle foto, ha spalline traforate per già da metà vita, rimanendo le spalle ed una parte dell’addome scoperto. Il tessuto ha un disegno a nido d’ape, con bretelle a fori rettangolari. I gambali laterali hanno un intreccio di tessitura a rombi. Il retro il tessuto è omogeneo con il logo centrale BS (Bicisport).

In fondo alla salopette la colorazione ufficiale del team Bicisport, da una parte, mentre dall’altra la dicitura per esteso ‘Bicisport’.

Il fondello, croce e delizia, in quanto ognuno ha il suo di preferito, c’è chi lo vuole basso, chi in gel, chi in spugna, in pratica è come la sella, è di un materiale spugnoso il cui appoggio delle ossa ischiatiche è ben posizionato, evitando il fastidio di fondelli ove ti sembra di scivolare sulla sella.

Il canale centrale sul fondello è soltanto iniziale, vicino alle ossa ischiatiche ed arriva ai genitali, ma secondo me non migliora il flusso sanguigno e non riduce l’intorpidimento durante le lunghe distanze. In questa salopette si predilige il comfort in morbidezza, per ammortizzare le asperità del terreno.

Il bordo è elastico quanto basta, ci auguriamo che dopo qualche lavaggio non perde la sua funzione e si arriccia o peggio si alzi mentre pedali.

 

Il materiale di compressione utilizzato nella fascia della gamba non è ultra stretto. Certamente quanto basta per avvolgere la parte inferiore della coscia. L’elastico, misurato è di quasi 2 cm.

Le cuciture interiori a tatto non infastidiscono e non lasciano segni sul corpo come, invece accaduto con altre salopette anche di nomi più noti.

Di consueto le salopette che sono nei negozi, salvo rari casi, sono più corti del consueto, quindi arrivano poco più della coscia. Questi sono un tantino più lunghi e potrei dire che proteggono di più per chi è abituato ad una copertura dell’X-bionic. La lunghezza della salopette porterà ad alcune linee di abbronzatura irregolari rispetto ad altre salopette nel guardaroba.

La salopette è disponibile presso il negozio Bicisport – Firenze.

FM